La Tunisia verso l’attuazione di MedFish4Ever

“L’impegno della Tunisia è indirizzato alla preservazione degli stock ittici in Mediterraneo, come previsto dalla Dichiarazione di Malta MedFish4Ever”. È quanto dichiarato dal Ministro tunisino dell’agricoltura, delle risorse idriche e della pesca, Samir Taieb, nel corso di un seminario internazionale, organizzato in cooperazione con la Direzione Generale degli affari marittimi e della pesca della Commissione Europea, per l’attuazione della dichiarazione MedFish4Ever.

Il Ministro Samir Taieb ha sollecitato l’attuazione di interventi per prevenire e minimizzare le pressioni e i rischi ambientali sul Mediterraneo e gli effetti sugli ecosistemi marini, le risorse ittiche, l’agricoltura, il turismo, la pesca e la salute.

L’attenzione del settore si focalizza su quattro assi principali: la garanzia di un ambiente marino sostenibile, la gestione ottimale delle risorse ittiche e dei prodotti della pesca e dell’acquacoltura, le prestazioni di servizi di qualità e la diversificazione delle attività di acquacoltura.

“La pesca in Tunisia occupa e fa vivere circa 100.000 persone e contribuisce in modo significativo agli scambi commerciali di prodotti alimentari, in particolare con l’Unione Europea”, come precisato dallo stesso Ministro.

La dichiarazione di Malta MedFIsh4Ever, siglata il 30 marzo 2017, nasce come risposta allo stato di sovra-sfruttamento del Mediterraneo e prevede un piano decennale di interventi volti a garantire la sostenibilità nel tempo delle risorse ittiche, attraverso dati e valutazioni scientifiche sullo stato di salute del Mediterraneo e gli stock ittici, l’adozione di piani di gestione per le principali attività di pesca, la lotta alla pesca illegale e il sostegno alla pesca su piccola scala.

Comments are closed.

X