La Tunisia per la Blue Economy

La Tunisia è pronta a co-presiedere, nel 2020, insieme all’Italia, l’iniziativa WestMed, per lo sviluppo sostenibile dell’Economia Blu nel Mediterraneo occidentale. È quanto dichiarato da Samir Taieb, Ministro dell’agricoltura, delle risorse idriche e della pesca di Tunisia, nel corso della seconda conferenza ministeriale dell’iniziativa WestMed tenutasi il 3 dicembre in Algeria.

Secondo Taieb la conferenza ministeriale, presieduta da Francia e Algeria, in collaborazione con la Commissione Europea e l’Unione per il Mediterraneo (UpM) è l’occasione per valutare i risultati delle azioni intraprese e identificare gli incontri finali per affrontare le sfide dei paesi del Mediterraneo occidentale e dei servizi regionali.

L’incontro ministeriale è stato preceduto dalla Conferenza delle parti interessate all’iniziativa WestMed che ha visto la presenza di circa 200 esperti, con l’obiettivo di sviluppare progetti concreti ed efficienti nella regione Mediterranea.

La partecipazione dei ministri è stata un’opportunità per discutere le possibilità di cooperazione bilaterale con l’Algeria nei settori dell’agricoltura, della pesca, dei trasporti marittimi, del turismo e delle energie rinnovabili.

L’iniziativa West Med, lanciata nell’aprile 2017, è un’iniziativa per lo sviluppo sostenibile dell’economia blu nella regione del Mediterraneo occidentale. Raggruppa, Algeria, Spagna, Francia, Italia, Libia, Malta, Marocco, Mauritania, Portogallo e Tunisia intorno a tre obiettivi comuni principali: uno spazio marittimo più sicuro, un’economia blu sicura, intelligente e resiliente entro il 2022 e una migliore governance del mare.

Comments are closed.

X