LIBANO

Libano

Ogni giorno barche e pescherecci escono in mare dal porto di Tiro. La vita della comunità di pescatori è ancorata a un contesto di straordinaria bellezza e grande instabilità. La città di Tiro ha riserve naturali e antichità romane ed è patrimonio dell’umanità dell’Unesco.

La Cooperazione Italiana e il CIHEAM Bari hanno una lunga storia di collaborazione con le Istituzioni libanesi e con le autorità locali. Il progetto NEMO, con WEBPORT, rappresenta un passo in avanti verso un Mediterraneo comune, unito in una rete di cooperazione partecipata per la stabilità e lo sviluppo delle comunità costiere. Il confronto aperto con il Sindacato della pesca, che conta oltre 500 iscritti, e con le Istituzioni nazionali competenti ha già permesso di completare il quadro delle specificità regionali, l’analisi socio-economico del settore e la definizione di chiari indicatori di crescita.

L’agenda delle attività prevede nuovi incontri istituzionali fra le comunità e l’identificazione e formulazione di un progetto pilota nell’ambito dell’innovazione della filiera produttiva e distributiva, la tutela dell’ambiente marino e lo sviluppo turistico della regione. La modernizzazione di infrastrutture e processi produttivi e la valorizzazione della ricca tradizione agroalimentare sono il futuro per le fasce sociali più deboli e le famiglie di pescatori.

Il CIHEAM Bari e la Comunità costiera di Tiro lavorano insieme per un sviluppo dal basso, rafforzando i risultati già raggiunti grazie alla forte e fruttuosa amicizia che lega Libano e Italia.

X