Marocco

28
Lug

Il Callinectes sapidus nella laguna di Marchica

La sua presenza era stata segnalata già un anno fa, nel corso degli incontri online tra le comunità costiere che animano il porto digitale del Mediterraneo, Webport.

Oggi la presenza del granchio blu (Callinectes sapidus) continua a suscitare preoccupazioni tra le comunità di pescatori della laguna di Marchica, a Nador.

Tale specie, riconoscibile a causa dei suoi molteplici colori, si presenta particolarmente invasiva, per la sua grande velocità di riproduzione. La forza delle sue chele, in grado di danneggiare seriamente le reti da pesca, inoltre, provoca notevoli perdite ai pescatori.

Secondo questi ultimi, questa nuova specie sarebbe stata introdotta nella laguna dalle navi adibite alla pulizia della laguna che lavorano nei mari di altre parti del mondo.

23
Giu

Il Marocco protegge le risorse marine

“Il nuovo protocollo sulla pesca con l’Unione europea (UE) preserverà le risorse ittiche del Marocco”, ha affermato Claudia Wiedey, Ambasciatrice e Capo della delegazione dell’UE a Rabat.

Nel corso di un incontro con il presidente del consiglio Habib El Malki, ha sottolineato che è in corso l’iter per il rinnovo dell’Accordo agricolo e del Protocollo sulla pesca, rivedendo lo stato di avanzamento dei negoziati per il conferma di questo accordo.

Da parte sua, El Malki ha elogiato le eccellenti relazioni tra le due parti interessate, nel quadro dello status avanzato goduto dal Marocco.

Entrambe le parti hanno sottolineato la necessità di creare una nuova visione delle future relazioni tra il Marocco e l’UE, per aprire la strada a nuovi orizzonti in termini di partenariato strategico.

Questo incontro si è incentrato sulle relazioni tra il Marocco e l’UE, in particolare gli attuali negoziati per il rinnovo dell’accordo agricolo e il protocollo di pesca.

19
Giu

La conservazione secondo tradizione

La conservazione dei prodotti alimentari, durante le stagioni di grande produzione, è stata da sempre una delle questioni con cui l’uomo si è dovuto confrontare, anche e soprattutto per garantire la propria sopravvivenza nei periodi di penuria. Questo è il caso anche dei prodotti ittici la cui conservazione inizia nel momento stesso in cui il pesce viene pescato.

Ogni comunità ha, nel corso dei secoli, sviluppato metodi di conservazione che seppure peculiari per ognuna di queste comunità presentano tutte tratti simili.
I pescatori artigianali del Marocco utilizzano differenti metodi di conservazione tra cui i più conosciuti sono Taghroust, che si prepara durante l’estate. Il pesce è tagliato in tranci, cosparso di sale e messo per 12 ore in un forno (ferrane) in pietra precedentemente riscaldato. Il pesce cotto viene poi asciugato al sole per diversi giorni poggiato su delle stuoie.

Un altro metodo tradizionale utilizzato, il Séchage Amellah non prevede la cottura in forno ma solamente l’esposizione al sole per più giorni del pesce precedentemente salato e tagliato a metà o in strisce.

15
Giu

Sospesa la pesca del pesce spada

Un comunicato rilasciato dalla Camera di pesca marittima del Mediterraneo a Tangeri ha rivelato che il contingente per la pesca del pesce spada, nella costa mediterranea del Marocco, è stato completamente esaurito.

Per tale ragione la Camera ha esortato tutti i professionisti del settore a sospendere la pesca di questa specie a partire dal 18 giugno 2018. La sospensione proseguirà fino alla fine di luglio prossimo, data in cui si cercherà di trovare un accordo con l’amministrazione interessata, alla possibilità di sfruttare parte del contingente assegnato alla parte atlantica.

La Camera della pesca ha avviato consultazioni preliminari con i pescatori tradizionali e costieri nella regione di Tangeri, che ha portato all’apertura di un dialogo con l’amministrazione sui contingenti di pesce spada nel Mediterraneo o in Atlantico. A seguito di tale incontro sono state assegnate 27 tonnellate di tonno rosso alla pesca costiera, come cattura accessoria oltre a 130 tonnellate di pesca tradizionale.

18
Mag

La stagione di pesca del pesce spada

La stagione di pesca al pesce spada ha dato una nuova vitalità al porto di Tanger. I pescatori, nonostante la riduzione dei quantitativi pescati sono felici per l’avvio della stagione.

La maggior parte del pesce spada pescato a Tanger è destinato all’esportazione nei mercati europei anche in considerazione del basso consumo locale di questa specie.

14
Mag

“La fête de la mer” a Safi (Marocco)

La prima edizione della “La fête de la mer” è stata lanciata nella città di Safi (Marocco) alla presenza di una delegazione ufficiale presieduta dal Governatore della Provincia di Safi e dal Sindaco della città di Lorient (Francia) come ospite d’onore del festival.

L’evento mira a far conoscere il ricco patrimonio tangibile e intangibile del settore marittimo e a valorizzare i prodotti ittici della città attraverso l’organizzazione di diverse conferenze tematiche, di una esposizione permanente, contrassegnata dalla partecipazione di 120 espositori dei settori legati al mare, di eventi artistici, oltre alla sfilata dei pescatori.

Nel Porto di Safi l’organizzazione del Festival, ha riunito oltre 2.000 persone per la degustazione di piatti a base di sardine, con una quantità record di 2 tonnellate di sardine utilizzate.

9
Apr

La settimana della Laguna di Marchica

Nell’ambito della gestione integrata delle zone costiere mediterranee del Marocco, una importante azione è stata condotta, dal 3 al 6 aprile 2018, nella laguna di Marchica (Nador). Questa azione ha riguardato l’installazione di 50 barriere artificiali nella laguna con l’obiettivo principale di contribuire al restauro ecologico dell’area.

La manifestazione ha visto una serie di attività svolte tra attori regionali e nazionali per la gestione della laguna. Numerosi workshop hanno sottolineato la strutturazione di un osservatorio costiero, la gestione di siti naturali che accolgono il pubblico, il monitoraggio di barriere artificiali e di biohuts, ecc.

6
Apr

“Samak talent” concorso nazionale di cucina dei prodotti del mare

Si è tenuta giovedì 5 aprile la seconda fase del concorso nazionale di cucina di mare “Samak Talent”. Questa sessione, dedicata al pesce pelagico, ha riunito 22 candidati degli istituti di formazione turistica e alberghiera del Ministero del Turismo, Trasporto aereo, Artigianato e Economia solidale.

La prima giornata di gara è stata caratterizzata dalla partecipazione di 11 concorrenti che si sono confrontati nella preparazione di piatti a base di sardine e ha visto la creazione di 11 nuove ricette. La diversificazione nella proposta gastronomica è uno degli obiettivi strategici del concorso “Samak Talent”.

Il primo giorno del concorso è stato caratterizzato dall’importante presenza di funzionari del Ministero del Turismo che rappresentano l’amministrazione centrale e la delegazione del turismo della regione di Ouarzazate (Marocco) e delle sue istituzioni di formazione nelle diverse città del Regno, nonché rappresentanti delle camere professionali del settore della pesca.

10
Mar

Giornata internazionale delle donne che operano nei settori legati al mare

Il 10 marzo 2018, Casablanca, capitale economica del Marocco ha ospitato la terza edizione della Giornata Internazionale delle Donne marocchine operanti nei settori legati al mare”. Secondo un comunicato di Women’s International Shipping & Trading Association (WISTA) – Direzione del Marocco organizzata dal Ministero delle Infrastrutture, Trasporti, Logistica e Acqua, la riunione si è tenuta sotto lo slogan “L’Economia Blu: quale posto per le donne marocchine?”.

Il tema di questa sessione è stato scelto per collegarsi alla visione complessiva della Strategia Marittima Integrata per l’Africa (2050 AIM Strategy), per favorire la creazione di ricchezza degli oceani e dei mari, del continente africano.

Questa giornata, che è parte della commemorazione della Giornata internazionale della donna, ha avuto quale obiettivo di celebrare il coraggio e la perseveranza delle donne marocchine, che avevano svolto un ruolo importante nello sviluppo di diverse regioni del Marocco. È anche l’occasione per presentare i WISTA Morocco Awards, nonché i risultati di uno studio sul lavoro di “Women in the Framework”.

 

Fonte: Albahrnews

9
Mar

La cucina di pesce in Marocco

La produzione di pesca è una delle principali fonti di ricchezza nel Regno del Marocco e contribuisce in modo significativo alla sicurezza economica del paese. Nei mercati delle città costiere è possibile trovare una gran varietà di pesce fresco, molluschi e crostacei.

Il pesce è ovviamente uno degli ingredienti più popolari della cucina marocchina. Sulla costa mediterranea del Marocco, i principali prodotti ittici utilizzati nella cucina sono: sardine, gamberi, triglie, acciughe, tonni, spigole, pesci spada e alcune specie della famiglia Sparidae.

La frittura è il metodo di cottura più comune. Molte ricette, prevedono le cottura nel tajine, una particolare pentola di terracotta composta da un piatto inferiore dove sistemare i cibi e un coperchio a forma di cono, la cui forma facilita la discesa verso il basso del vapore durante la cottura. Il tajine è utilizzato principalmente per la cottura di sparidi con le verdure e la preparazione è impreziosita da una gran varietà di spezie. Molto diffuse in Marocco sono anche le cotture sulla piastra.

X