Egitto

18
Ott

Indicazione geografica a Matrouh

Si è tenuto, il 16 ottobre 2018, a Matrouh, il seminario per discutere le buone pratiche agricole sull’indicazione geografica (GI) e per la produzione sostenibile e l’aumento delle capacità di marketing dei prodotti agricoli dell’area.

Il seminario è stato organizzato nell’ambito del progetto attuato dal Centro per l’Ambiente e lo Sviluppo della Regione Araba e dell’Europa – CEDARE, finanziato dall’Unione Europea e dalla Cooperazione Italiana.

Il workshop ha avuto inizio con la presentazione dell’organizzazione CEDARE e un’introduzione agli obiettivi e alle attività del progetto.

Durante il workshop, l’Associazione di Matrouh per lo sviluppo agricolo del deserto – MADAD, istituita grazie al progetto NEMO-Egitto, è stata introdotta come beneficiario diretto e principale del progetto.

L’Indicazione Geografica è uno speciale marchio, attribuito ai prodotti che presentano caratteristiche uniche, legate alla posizione geografica, alle condizioni ambientali e alla cultura della comunità locale.

Il seminario ha visto la redazione delle prime bozze dei manuali per l’indicazione geografica relativi ai principali e più importanti prodotti agricoli di Matrouh: uva, fichi e olive.

12
Ott

Il Festival degli arieti a Matrouh

Nell’ambito del progetto che mira a intensificare lo sviluppo degli allevamenti a Matrouh, si è svolto il 10 ottobre 2018, il Festival degli arieti, per la selezione dei migliori esemplari di arieti dell’area.

Al festival hanno partecipato oltre cento allevatori e numerosi esperti del settore zootecnico per la selezione degli esemplari migliori e più distintivi.

L’area di Matrouh è famosa per gli allevamenti della pecora di razza “barki”, una razza dalla coda grassa, molto rinomata in tutto il Medio Oriente e il Nord Africa per la sua carne, povera di grassi e la sua lana che viene utilizzata nella tessitura tradizionale dei tappeti.

Nell’ambito della manifestazione, gli organizzatori e i partecipanti hanno incontrato il Governatore di Matrouh, Magdi El Gharably, che ha confermato l’impegno nel continuare a sostenere lo sviluppo degli allevamenti a Matrouh.

22
Set

L’International Desert Exhibition

È stata inaugurata dal Ministro egiziano dell’agricoltura e della bonifica dei terreni, Ezzeddine Abu Setit, la 31esima edizione dell’International Desert Exhibition, che si è svolta dal 16 al 19 settembre 2018, presso l’International Exhibition Center al Cairo.

L’International Desert Exhibition rappresenta una grande opportunità per i produttori agricoli di conoscere le ultime tecnologie nell’agricoltura moderna, specialmente per quanto riguarda la bonifica del deserto, per  connettersi con nuovi potenziali partner, lanciare nuovi prodotti, conquistare nuovi mercati e aumentare le entrate.

Nel corso dell’Esposizione sono stati organizzati seminari e workshop sulle tecniche dell’agricoltura moderna, l’uso dell’energia solare in agricoltura, il riciclaggio dei rifiuti agricoli e il futuro della pesca in Egitto e in Africa, con la partecipazione di importanti esperti egiziani e stranieri.

L’Associazione di Matrouh per lo sviluppo agricolo del deserto – MADAD, istituita grazie al progetto NEMO Egitto, ha preso parte a questa importante esposizione.

20
Set

A vela a Matrouh

I pescatori di Marsa Matrouh tornano a muoversi sospinti dal vento.

Le tradizionali vele, che per secoli hanno accompagnato i pescatori di Marsa Matrouh, così come quelli di tutta l’area mediterranea, nella loro quotidiana attività, vengono oggi utilizzate oltre che per la pesca anche a fini ricreativi e turistici.

Le imbarcazioni a vela vengono impiegate per piccoli trasporti e per accompagnare i turisti in escursioni lungo la costa.

I turisti possono quindi godere della bellezza del paesaggio e del piacere del vento e dell’aria fresca.

Le imbarcazioni a vela, non necessitando di gasolio, offrono anche il vantaggio di avere prezzi più bassi rispetto alle escursioni con barche a motore.

14
Set

Nuove attrezzature per i pescatori

I pescatori artigianali della comunità di Marsa Matrouh, possono contare ora su nuove attrezzature per lo svolgimento della loro attività. Il progetto NEMO Egitto ha infatti fornito ai pescatori reti, ami e varie attrezzature per supportare la loro attività e favorire l’aumento dei redditi della comunità.

Il valore delle attrezzature fornite è pari a quasi 1.060.000 EGP.

Il progetto NEMO Egitto, la cui conferenza di chiusura si è tenuta lo scorso luglio, ha realizzato in tre anni numerose attività a sostegno della comunità di Marsa Matrouh.

Nemo Egitto è un progetto finanziato dall’Agenzia italiana per la cooperazione allo sviluppo e realizzato dal CIHEAM Bari in collaborazione con il Ministero egiziano per l’agricoltura e la bonifica dei terreni.

30
Lug

Il chiosco dei prodotti locali di Matrouh

Un chiosco per la vendita dei prodotti locali dell’ Associazione di Matrouh per lo sviluppo agricolo del deserto – MADAD Association, è stato inaugurato il 26 luglio 2018.

Il chiosco coibentato ha lo scopo di favorire e migliorare le condizioni di vendita dei prodotti locali del Governatorato di Matrouh che si traduce in una migliore valorizzazione economica degli stessi prodotti.

Il chiosco è stato installato nei pressi della Direzione dell’Agricoltura a Matrouh.

Il nuovo punto vendita è stato acquistato dal progetto Nemo che mira alla valorizzazione delle comunità costiere e rurali del Governatorato di Matrouh ed è attivato dal Ciheam Bari con il sostegno finanziario dell’Agenzia Italiana per la Cooperazione allo Sviluppo.

L’apertura del nuovo punto vendita coincide anche con l’importante inizio della stagione di raccolta dei fichi a Marsa Matrouh. I fichi dell’area, soprattutto per le varietà “Sultani” e “Bayodi” sono un prodotto di alta qualità, molto richiesto dai mercati nazionali e internazionali.

27
Lug

Si conclude il progetto Nemo Egitto

Si è tenuto il 25 luglio 2018 l’evento conclusivo del progetto NEMO in Egitto, per illustrare le principali attività svolte e i risultati ottenuti durante l’implementazione del progetto, alle istituzioni partner, ai decisori locali e ai principali stakeholders a Matrouh.

Il progetto NEMO Egitto è il frutto di un accordo bilaterale tra l’Agenzia italiana per la cooperazione allo sviluppo e il CIHEAM Bari con il Ministero egiziano dell’agricoltura e della bonifica dei terreni. È attuato dallo stesso CIHEAM di Bari in collaborazione con il Desert Research Center (DRC), il Centro di ricerca agricola (ARC) e l’Autorità generale per lo sviluppo delle risorse ittiche (GAFRD).

Il progetto ha voluto favorire lo sviluppo socioeconomico delle comunità costiere e rurali in Egitto, in particolare nel Governatorato di Matrouh, aumentando la consapevolezza e le capacità delle stesse comunità.

10
Giu

Iftar a Marsa Matrouh

Si è tenuto il 10 giugno, presso il Magdy Restaurant, l’Iftar tematico organizzato nell’ambito delle attività implementate a Marsa Matrouh dal progetto NEMO per sostenere la comunità costiera locale. L’Iftar è stato preparato dai tre chef italiani Carlo Esposito, Francesco e Vincenzo Montaruli, ospiti del progetto, insieme al collega egiziano Farag El Awary. Il team ha elaborato ricette innovative usando le erbe locali del deserto come spezie.

Gli obiettivi dell’evento sono di sensibilizzare le istituzioni, la governance locale e i principali attori del settore, sul valore e l’importanza a livello sociale, economico e ambientale di alcune specie ittiche pescate dalla locale comunità di pescatori, ma poco apprezzate dai consumatori.

Il progetto NEMO è implementato in Egitto dal CIHEAM Bari e finanziato dall’Agenzia Italiana per la Cooperazione allo Sviluppo del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale.

6
Giu

Chef italiani a Marsa Matrouh

Il progetto NEMO Egitto ha ospitato 3 chef italiani, per la preparazione di un Iftar tematico programmato per il 10 giugno 2018.

L’Iftar – il pasto serale consumato dai musulmani al termine del digiuno quotidiano durante il mese islamico del Ramadan –  è stato organizzato con l’obiettivo di stimolare il consumo delle specie ittiche pescate dalla comunità locale di pescatori, poco utilizzate dai consumatori finali. In tal modo, si è informata la popolazione del valore nutrizionale di tali prodotti e del valore economico e ambientale derivante dal loro utilizzo.

Gli esperti italiani, accompagnati dai referenti del progetto, hanno visitato la valle di “Alsanab” a Marsa Matrouh, identificando le più importanti piante selvatiche presenti nel territorio, come la Salicornia, l’Atriplex Halimus, la Sanguisorba Minore, l’Arthemisia Vulgaris, il Timo Spinulosus, il Capparis Ovata, che non sono utilizzate dalla comunità locale nella gastronomia.

Gli chef italiani, secondo la loro esperienza, hanno suggerito ai ristoratori e alla comunità di Marsa Matrouh alcuni esempi di utilizzo di tali essenze, per la preparazione di ricette innovative che possono valorizzare il pescato locale.

L’evento è stato organizzato nell’ambito del progetto NEMO, che mira a sostenere le comunità costiere del Mediterraneo ed è implementato in Egitto dal CIHEAM Bari e finanziato dall’Agenzia Italiana per la Cooperazione allo Sviluppo del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale.

24
Mag

Corso di formazione a Marsa Matrouh su “Catena del freddo e igiene”

Un nuovo percorso di formazione si è tenuto, il 23 e 24 maggio 2018, a Marsa Matrouh a beneficio della locale comunità di pescatori, dopo la consegna degli ice box forniti dal progetto NEMO.

Il corso, dal titolo “Catena del freddo e igiene” è stato tenuto dall’esperto italiano Carlo Martella con l’intento di fornire tutte le indicazioni per la corretta gestione del pescato, prima, durante e dopo la battuta di pesca.

La formazione rientra tra le attività implementate dal progetto NEMO, per lo sviluppo e la valorizzazione dei territori costieri, attivato dal CIHEAM Bari e finanziato dall’Agenzia Italiana per la Cooperazione allo Sviluppo del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale.

X