Albania

11
Ott

Nuova struttura del Ministero dell’Agricoltura dedicata al settore delle pesca

Dopo le elezioni parlamentari in Albania è stata istituita una nuova struttura del Ministero dell’Agricoltura. Il settore della pesca dispone quindi di un Vice Ministro e di una Direzione dedicata.

I rappresentanti dei pescatori del sud della regione hanno chiesto un incontro con il nuovo Vice Ministro, responsabile del settore della pesca per discutere sulla regolamentazione delle Organizzazioni per la gestione della pesca (MFO).

La Management Fishery Organization è un’associazione auto-finanziata, istituita e supportata dal Governo e gestita dai pescatori. In realtà, le MFO non funzionano correttamente a causa di una legislazione e di una regolamentazione interna non chiare.

11
Ott

Passione per la pesca

L’Albania richiama ogni anno, sulle sue coste, un gran numero di turisti appassionati di pesca ricreativa.
Al fine di tutelare le risorse ittiche dal pericolo del sovra-sfruttamento e per favorire l’attività della piccola pesca professionale, l’Albania, così come altri paesi dell’area mediterranea, si è dotata di dettagliati regolamenti che disciplinano la pesca ricreativa, sotto qualsiasi forma.

4
Ott

Celebrazione della giornata mondiale del Turismo

In linea con l’anno internazionale del turismo sostenibile, proclamato dall’Assemblea Generale delle Nazioni Unite, è stata celebrata, il 27 settembre 2017, la Giornata Mondiale del Turismo, sul tema “Turismo sostenibile: uno strumento per lo sviluppo”.

Nella regione di Valona sono state organizzate diverse attività dal Ministero del Turismo e dell’Ambiente, incentrate sullo sviluppo sostenibile e sull’uso sostenibile degli habitat marini. Destinatari principali della giornata sono stati i pescatori in quanto principali attori nell’uso degli habitat marini.

Uno dei principali obiettivi dei Comuni di Valona e Himara è infatti quello di promuovere la pesca sostenibile e di utilizzare la pescaturismo come attrazione turistica.

25
Set

La città di Himara

Himara è una cittadina costiera situata nella costa sud dell’Albania, nella cui regione ricadono anche i comuni di Horë-Vranisht Lukovë.
È una zona nota per la forte presenza di minoranza greca ed ha una forte vocazione turistica. All About Himara è il sito creato dall’amministrazione comunale di Himara per fornire tutte le informazioni utili e i servizi sulla città e sui villaggi circostanti.

19
Set

I rappresentanti dei pescatori incontrano le autorità locali

I pescatori albanesi, si mobilitano per la protezione del mare e delle risorse marine consapevoli che la loro sopravvivenza sia strettamente legata al turismo e al mare.

I rappresentanti dei pescatori di Himara e Valona hanno incontrato il direttore della ADV Valona (Direzione dell’Agricoltura) per chiedere un intervento dell’autorità per una serie di problemi emersi durante l’estate a causa della pesca illegale.

I pescatori hanno chiesto, attraverso il loro delegato, la verifica delle licenze di pesca, maggiori controlli nei confronti dei pescatori non professionali e un attento controllo delle attrezzature utilizzate nelle aree circostanti Himara.

I pescatori inoltre hanno chiesto la risoluzione di una serie di problemi burocratici che si sono verificati durante l’estate con l’ispettorato della pesca e l’ufficio di frontiera di Himara.

9
Set

“South Outdoor Festival 2017” nella regione di Himara

South Outdoor Festival è un festival all’area aperto, organizzato a Pilur, Himara, che coinvolge anche i vicini villaggi di Dhermiu e Vuno.

L’evento, della durata di tre giorni, è stato organizzato per promuovere lo sviluppo sostenibile e integrato della regione albanese del sud e offrire nuove prospettive alla popolazione rurale della regione, in modo che possano beneficiare dello sviluppo sostenibile del turismo.

La manifestazione ha unito diverse attività ricreative che si svolgono solitamente sia nelle aree montane che sulla costa e in mare.

25
Ago

Agata, piccolo villaggio ecologico sulla baia di Porto Palermo

Situato di fronte al castello di Ali PAsha, a Porto Palermo, Agata è un piccolo eco-villaggio, che trae il proprio sostentamento dalla natura.
Le fonti di reddito principali di questa comunità, infatti, provengono dalla coltivazione dei terreni, dalla silvicoltura, dagli allevamenti di bestiame, dalla caccia, pesca e acquacoltura, dalla coltivazione di piante officinali, dall’eco-turismo e dalle attività culturali legate alla tradizione.

25
Ago

Porto Palermo

Porto Palermo, piccola penisola situata nella zona sud della costa albanese tra Himara e Saranda, venne chiamata così dai soldati italiani che si trovavano in Albania durante la seconda guerra mondiale.

Vanta un imponente castello del XVIII secolo fatto costruire da Ali Pasha come un punto strategico difensivo e offensivo contro gli attacchi turchi e le irruzione dei greci.

Porto Palermo è un porto militare ufficialmente sotto la responsabilità e l’uso del Ministero della Difesa.

All’estremità settentrionale della baia si trova un tunnel, usato fino al 1991 come bunker per sommergibili. L’accesso limitato all’area a causa del controllo militare ha permesso di mantenere inalterata la biodiversità marina e costiera in tutta l’area.

In Albania il turismo rappresenta un settore economico in forte espansione. La valorizzazione della baia di Porto Palermo è stata realizzata ponendo molta attenzione alla conservazione della natura e del paesaggio e allo sviluppo di attività di ecoturismo. Ciò ha permesso, oltre ad un notevole vantaggio economico, anche il conseguente miglioramento della qualità della vita per i residenti.

4
Mag

Pescatori della regione di Vlora

Pescatori “a strascico” della regione di Vlora. Il lavoro quotidiano è eseguito in condizioni molto difficili per mancanza di attrezzature adeguate.
La pesca a strascico è un particolare tipo di pesca che consiste nel trainare una grande rete sul fondo del mare. La rete, trainata da una o da due imbarcazioni, ha solitamente una forma conica con la parte terminale apribile per poter prelevare il pesce.

1
Feb

Himara, delegazione italiana per un progetto condiviso

Gli esperti del CIHEAM Bari hanno incontrato nella regione di Himara, i rappresentanti dell’ Agenzia Nazionale per le Aree Protette (NAPA) e dell’Istituto Nazionale per la Conservazione della Natura (INCA), in Albania per progettare e valutare insieme un intervento condiviso.

L’Albania, a partire dal 2017, si unisce al progetto NEMO, finanziato dall’Agenzia Italiana per la Cooperazione allo Sviluppo e attuato dal CIHEAM Bari, con l’obiettivo di creare sviluppo sostenibile per le comunità costiere del Mediterraneo nei settori della pesca, dell’agricoltura e del turismo.

Il progetto NEMO coinvolge già le comunità di Tiro in Libano, Marsa Matrouh in Egitto, Zarzis in Tunisia, Algeri in Algeria, Nador in Marocco.

X