Albania

26
Set

I 100 villaggi in Albania

Come parte del Programma di Sviluppo Rurale Integrato il ministero dell’Agricoltura e dello sviluppo rurale in Albania sosterrà l’economia agricola di 100 villaggi, nei prossimi 4 anni. La maggior parte dei villaggi ammessi al programma sono conosciuti e apprezzati come importanti destinazioni turistiche.

Il programma di sviluppo mira a coordinare gli interventi di sviluppo nelle aree rurali dei 100 villaggi attraverso una programmazione integrata e coordinata di investimenti pubblici, donors e investimenti privati.

Gli interventi mirano a favorire lo  sviluppo economico attraverso la diversificazione delle attività economiche, il miglioramento del potenziale turistico nelle zone rurali, il miglioramento dei servizi commerciali.

Il programma mira inoltre alla valorizzazione del capitale sociale e umano delle aree coinvolte favorendo la creazione di reti e gruppi di azione locale nelle zone rurali, la formazione per i giovani e le donne e il sostegno al patrimonio culturale attraverso la promozione delle tradizioni.

10
Set

L’utilizzo del molo di Porto Palermo

Il piccolo molo situato nella baia di Porto Palermo, nel sud dell’Albania è un’area militare sotto il controllo dello Stato. Il suo utilizzo è pertanto consentito solamente alle imbarcazioni militari e statali, mentre è assolutamente vietato l’accesso all’area a tutte le altre imbarcazioni.

I pescatori di Himara, che lavorano nell’area, lamentano l’impossibilità di utilizzare tale approdo in caso di necessità. In più occasioni, infatti, i pescatori sorpresi da cattive condizioni meteorologiche durante le loro battute di pesca e nell’impossibilità di governare in sicurezza l’imbarcazione hanno chiesto la possibilità di ripararsi a Porto Palermo, vedendosi negare sia tale disponibilità che l’aiuto necessario.

30
Giu

Più turisti a Himara

Il mese di giugno 2018 ha registrato ad Himara un rilevante aumento del flusso turistico. Numerosi turisti sono arrivati negli ultimi giorni a Himara, provenienti principalmente dall’Europa.

Per far fronte a tale aumento è stato potenziato il numero di traghetti nel porto di Corfù, con l’aumento di una nuova unità. Secondo i dati dell’autorità portuale quasi mille turisti hanno già visitato Himara in questo inizio di stagione.

28
Mag

Himara Art-Fest 2018

La prima edizione di Himara Art-Fest, organizzata dalla Municipalità di Himara, si è tenuta il 25 maggio 2018.

La manifestazione che mira a promuovere i valori culturali e artistici dell’area, soprattutto dei giovani, ha visto il coinvolgimento delle scuole di Himara oltre a numerosi turisti presenti. Gli studenti si sono confrontati su differenti generi artistici, dalla danza e la recitazione, al canto, disegno e pittura.

Alla fine della manifestazione sono stati proclamati i vincitori in ciascuna delle attività.

Himara Art-Fest 2018 è stata un’ottima attività per promuovere i tesori locali all’inizio della stagione estiva

7
Mag

Al via il progetto BLUE LAND

È stato avviato, a Tirana, il 7 maggio 2018, il progetto BLUE LAND, finanziato dal Programma Interreg IPA CBC Italy-Albania-Montenegro. Il programma mira alla creazione di un modello transfrontaliero di gestione e protezione dell’ambiente marino e delle risorse costiere dei territori coinvolti.

Il Progetto BLUE LAND si avvale di un partenariato composto da CIHEAM BARI, Agenzia Nazionale per le Aree Protette – NAPA (Albania), Istituto per la Conservazione della Natura – INCA (Albania), Ministero dell’Agricoltura e dello Sviluppo Rurale del Montenegro, Università del Montenegro – Dipartimento di Biologia e Istituto Cooperativo di Ricerca – ICR. Inoltre, gode del sostegno dell’ Agenzia Italiana per la Cooperazione allo Sviluppo – sede di Tirana, e della Regione Puglia – Dipartimento Agricoltura, Sviluppo Rurale e Ambientale.

1
Mag

South Outdoor Festival 2018

Si è tenuta dal 27 al 29 aprile, nel villaggio di Vuno, nella Municipalità di Himara, la seconda edizione del South Outdoor Festival.

L’evento, della durata di tre giorni, riunisce una serie di attività da praticare all’aria aperta, sia nell’area montana che sulla costa e in mare e ha radunato a Vuno, circa 3000 persone provenienti da tutta l’Europa.

Escursioni, arrampicate, safari in jeep, canyoning, yoga, immersioni, kayak e parapendio sono una parte delle attività proposte alle migliaia di visitatori presenti.
Rispetto alla precedente edizione sono state inseriti, nel programma, tour culturali attraverso le stradine, i tunnel e le antiche chiese, ma anche percorsi di degustazione dell’olio d’oliva.

La parte meridionale dell’Albania è molto conosciuta e apprezzata per la produzione dell’olio di oliva. Il Festival ha fornito uno sguardo approfondito sui processi e la tradizionale cucina mediterranea in cui l’olio d’oliva è spesso protagonista.

16
Apr

Albania contro rifiuti e inquinamento

Nella Settimana della Terra, dal 16 al 22 aprile, il governo albanese ha chiesto alle istituzioni locali, alla società civile e a tutti i volontari di prendere parte alle azioni contro l’inquinamento e gli sprechi lungo la costa albanese. Mentre la stagione estiva è alle porte, gli albanesi si preparano ad accogliere i migliaia di turisti che vogliono visitare l’Albania.

Seguendo la chiamata del governo albanese: “L’Albania non deve coesistere di più con i rifiuti. I nostri mari, fiumi e terre sono fonti di vita. I nostri tesori richiedono la nostra cura, oggi, non domani perché potrebbe essere troppo tardi. Pulisci la costa, il fiume e la terra vicino a dove vivi! Unisciti a noi nella settimana della terra”.

7
Apr

Mediterranean Tourism Fair Tirana 2018

Si è tenuta il 6 e 7 aprile 2018, presso Expocity Albania la seconda edizione della Fiera Mediterranea del Turismo, organizzata in collaborazione con il Ministero del Turismo e dell’Ambiente e l’Agenzia Nazionale del Turismo. L’evento ha accolto visitatori provenienti da vari paesi, aziende del settore turistico e molti operatori turistici.

MTF Tirana 2018 mira alla promozione del turismo, a rafforzare la cooperazione tra gli operatori turistiche della regione e del resto del mondo fornendo l’opportunità di incontrare colleghi del settore, acquirenti e fornitori attraverso mostre, forum e riunioni B2B.

Nel corso dell’incontro, ampio spazio è stato dedicato alla promozione dei parchi naturali come destinazione turistica, sottolineando l’importanza delle ricchezze naturale e culturali, senza le quali il settore turistico stesso non sarebbe sostenibile.

I comuni di Valona e Himara erano rappresentati dai dipartimenti del turismo e dell’ambiente, nonché dai tour operator. La partecipazione alla fiera del turismo è stata anche l’occasione per insistere sulla questione di uno sviluppo equo e responsabile con il coinvolgimento diretto delle comunità rurali.

20
Feb

Linee guida per la conservazione dei villaggi di Himara

Un workshop con esperti, amministrazioni, istituzioni e parti interessate è stato organizzato l’8 febbraio 2018 per fornire le linee guida per il restauro e la salvaguardia dei villaggi di Himara.

Il seminario è stato organizzato nell’ambito del programma “Integrated Sustainable Development of the Southern Coastal Region”, attuato da GIZ Albania, in collaborazione con il comune di Himara. Ad essere attenzionati dal programma sono i villaggi di Palase, Dhermi, Ilias, Vuno, Himare Fshat, Pilur, Kudhes, Qeparo Fshat, Borsh, Piqeras, Sasaj, Lukova e Nivica.

Il seminario ha avuto quale scopo principale quello di presentare e discutere le linee guida, sviluppate dal team di esperti internazionali e locali, quale strumento di sensibilizzazione dal punto di vista delle istituzioni, ma soprattutto, condividere i risultati e le sfide, oltre a ricevere e riflettere sulle raccomandazioni fornite.

17
Feb

Censimento dei pescatori nella regione di Valona

Il ministero dell’Agricoltura e della Pesca in Albania ha avviato un censimento nazionale per i pescatori e le navi da pesca che operano a livello nazionale. Nella regione di Valona (comprese le 3 città principali Valona, Himara e Saranda) ci sono 130 pescherecci attivi che operano nella costa meridionale dell’Albania.

Un gran numero di queste imbarcazioni sono registrate nel Porto di Valona, 1/3 nel Porto di Saranda e solo poche imbarcazioni nel porto di Himara. La maggior parte sono registrate come attività familiari. Il 95% dei pescatori non è organizzato in alcuna forma di associazione. In ogni caso il 75% degli operatori della pesca è favorevole alla creazione di società e organizzazioni per la gestione della pesca.

X